Ufficio Acquisti: chi sono i Clienti Interni e come gestirli

    Aes Buyer

    Il rapporto con i Clienti Interni alla propria organizzazione è la prima tra le attività complesse dell’Ufficio Acquisti che permettono di contribuire al vantaggio competitivo dell’azienda: raccogliere le esigenze aziendali ed elaborarle per trovare il prodotto/servizio che meglio soddisfi le necessità aziendali al minor costo possibile.

    La catena degli approvvigionamenti termina con l’emissione di un ordine aziendale (o di un contratto) indirizzato ad un fornitore esterno all’azienda, ma nasce da una esigenza di un ente/dipartimento interno all’azienda stessa. Il procurement, dovrà considerare quel dipartimento come un vero e proprio Cliente (comunemente infatti chiamato “Cliente interno”) la cui soddisfazione determina il successo o l’insuccesso del proprio operato.

    Riteniamo che la raccolta delle esigenze dei Clienti Interni deve essere effettuata con spirito critico poiché spesso i dipartimenti operativi tendono ad ordinare prodotti che possono essere “eccessivi” rispetto alle reali necessità.

    Ad esempio: (il PC più performante può sicuramente offrire vantaggi, ma è davvero necessario? Un buon ufficio acquisti, prima di negoziare con i fornitori, deve essere in grado di valutare attentamente le effettive esigenze dell’azienda, coinvolgendo i colleghi tecnici anche nella valutazione dei  costi/benefici delle scelte effettuate.

    Il vero risparmio non risiede solo negli sconti dei fornitori, ma anche nella corretta dimensione dei prodotti da acquisire, evitando così spese superflue.

    AES Buyer può essere il partner ideale: rispondi a poche semplici domande e accedi al nostro assessment gratuito per iniziare subito a ottimizzare i tuoi acquisti. 

    oppure

    Ti interessa il nostro approccio e vuoi scoprire di più? Compila il form e ti ricontatteremo al più presto.